domenica 18 settembre 2016

Quello che non devi sapere quando fumi una sigaretta


Non è necessario essere fumatori incalliti per iniziare ad avvertire i primi danni da sigaretta. Le componenti cancerogene delle "bionde" - in particolare gli idrocarburi policiclici aromatici, come il benzene - entrano in circolo nel nostro corpo a partire da 15-30 minuti dal primo tiro. 

Delle circa 4 mila le sostanze chimiche presenti in questi prodotti, 400 sono tossiche e almeno 40 notoriamente cancerogene. Ma poiché ogni sigaretta contiene anche - in media - 0,8 mg di nicotina, una sostanza che genera dipendenza, smettere di avvelenare il nostro corpo è particolarmente difficile.

Ecco un elenco di alcuni "ingredienti" tossici presenti in ogni pacchetto, con gli effetti sul nostro organismo.
Benzene, Formaldeide, Catrame, Arsenico, Cadmio, Cromo, Cianuro di idrogeno, Monossido di carbonio, Ossido d'azoto, Ammoniaca, Acido Acetico, Metanolo, Acido Stearico, Butano, Examina, Metano e Toluene. 

Il tabacco è legale (pur creando dipendenza con la nicotina) mentre la cannabis resta illegale e se la coltivi o assumi vai in galera. La Cannabis non crea dipendenza, potenzia e cura il nostro sistema immunitario. Sarebbe più utile e biodisponibile in altre forme (vapori, essenze, estratti) invece del fumo combusto nei polmoni. Bisogna chiamarla con il suo vero nome, medicina della natura. 

Social:

venerdì 15 aprile 2016

L'Era dell'Alluminio e delle malattie neurodegenerative: come evitarlo.


Negli Stati Uniti il nome preferito era di aluminum e quando la società chimica americana dibatte' su tale argomento, nel 1925, decise di chiamarlo aluminium.
L'alluminio è un metallo morbido e leggero con un colore argenteo vivo, dovuto ad uno strato sottile di ossidazione che si forma rapidamente quando è esposto all'aria.
L'alluminio è - come alcuni altri metalli - non magnetico, non tossico al tatto (ma e' tossico se ingerito).
L'assunzione di alluminio può avvenire attraverso il cibo, creme, farmaci e Vaccini, attraverso la respirazione e tramite il contatto con la pelle (cosmetici ed altro).
Un'assunzione continuata di concentrazioni significative di alluminio oppure con iniezioni diretta nel sangue (vaccini) puo' provocare seri effetti sulla salute, come:

- danneggiamento del sistema nervoso centrale
- demenza
- perdita della memoria
- indebolimento
- severo tremore
- autismo ( Metalli tossici dei vaccini = Autismo vedi: PDF-  dott. M. Proietti)Il PRIMO TRIAL CLINICO che PROVA La CORRELAZIONE FRA la MALATTIA dell'ALZHEIMER e l'ALLUMINIO - 14/07/2015
https://www.futsci.com/project/the-aluminium-alzheimer-s-disease-hypothesis-what-is-the-role-of-aluminium-in-alzheimers-disease


I pericoli dell’avvelenamento da alluminio

L’esposizione ad elevate concentrazioni può causare problemi di salute. La forma ionica di alluminio solubile in acqua ha particolari effetti nocivi. Si trova solitamente in soluzione assieme ad altri ioni, come nel cloruro di alluminio. L’assunzione di alluminio può avvenire attraverso il cibo, attraverso la respirazione e tramite il contatto con la pelle. 
  • L’alluminio è particolarmente tossico per il sistema nervoso, con una serie di sintomi che possono includere disturbi del sonno, nervosismo, instabilità emotiva, perdita di memoria, mal di testa, e compromissione intellettiva.
  • Esso può fermare la capacità del corpo di digerire e fare uso di calcio, fosforo e fluoro. Questo impedisce la crescita ossea e riduce la densità delle ossa. L’alluminio può anche causare condizioni che effettivamente scacciano il calcio dalle ossa. Ciascuna di queste situazioni può portare a debolezza e a deformazione della struttura ossea, con effetti paralizzanti.
  • L’avvelenamento può anche provocare dolori muscolari, disturbi del linguaggio, anemia, problemi digestivi, diminuzione della funzionalità epatica, coliche renali e compromissione della funzionalità renale.


Fonti di Alluminio

  • I farmaci da banco possono essere una delle maggiori fonti di alluminio: coloro che assumono spesso aspirina tamponata, come le persone con artrite, possono assumere fino a 700 mg di questo metallo ogni giorno. Ma dal momento che l’alluminio contribuisce al danno osseo, l’aspirina aumenta effettivamente l’artrite.
  • medicinali per l’apparato digerente, come i farmaci contro la diarrea, gli antiacidi e quelli per le emorroidi, possono contenere anche alluminio. Una dose tipica di antiacidi contenenti alluminio può contenerne fino a 200 mg., e l’uso di un’intera giornata può fornire 800-5000 mg. di alluminio.
  • L’alluminio è spesso aggiunto ai prodotti per l’igiene, come gli antitraspiranti e i bagnoschiuma.
  • I cibi che sono stati cotti o conservati in pentole di alluminio e in fogli di alluminio sono un’altra fonte. Le stime dicono che fino a 4 milligrammi di alluminio possono essere trasferiti ad ogni porzione di alimenti acidi come i pomodori o gli agrumi che sono stati riscaldati o conservati con alluminio.
  • Anche le pentole in acciaio inossidabile possono essere una fonte, in quanto vengono prodotte saldando l’acciaio inox con strati di alluminio. Il mio test e l’esperienza dimostrano che, dopo che il pentolame in acciaio inox è stato utilizzato per un breve periodo di tempo, tracce di alluminio iniziano a passare nel cibo.
  • Ci sono sei sali di alluminio che sono stati approvati come additivi alimentari negli Stati Uniti. I sali più comunemente usati sono i fosfati di sodio e alluminio.  Essi si aggiungono a torte, minestre, pasta surgelata, pancake mix, farine autolievitanti, formaggio fuso, cibi a base di formaggio e birra (in lattine di alluminio).  Una singola fetta di formaggio fuso confezionata singolarmente può contenere fino a 50 mg di alluminio. Si pensa che il cheeseburger possa avere uno dei contenuti più alti di alluminio rispetto a qualsiasi alimento. I prodotti da forno hanno circa 5-15 mg per porzione.
  • Un sottaceto media grandezza contiene da 5 a 10 mg se è stato trattato in una soluzione di allume, come comunemente avviene. L’allume è una forma di solfato di alluminio che viene utilizzata nella soluzione di decapaggio per rassodare i cetrioli.
  • Vaccini: il Dr. Hugh Fudenberg, uno dei leader mondiali in immunologia e genetica, ha affermato che i pericoli dei vaccini sono dovuti tra l’altro  “all’alluminio e al mercurio che quasi ogni vaccino anti-nfluenzale contiene. Il graduale accumulo di alluminio e mercurio nel cervello porta a disfunzioni cognitive”.
Le Scie Chimiche spruzzate nel cielo contengono alluminio: il il Dottore e Professore Russel L.Blaylock della National Health Federation in un articolo parla specificatamente delle particelle dei composti di alluminio di dimensioni nanometriche, affermando come sia dimostrato scientificamente che tali particelle siano infinitamente più reattive e che inducano ad intense infiammazioni in uno svariato numero di tessuti. Il professore prosegue affermando quanto queste nanoparticelle di alluminio stiano aumentando le malattie neurodegenerative del cervello, tra cui cita demenza di Alzheimer, il morbo di Parkinson e la malattia di Lou Gehrig (S.L.A.) e di come queste malattie sia scientificamente correlate all’esposizione all’alluminio ambientale.Fonti
http://it.wikipedia.org/wiki/Alluminio
http://www.dionidream.com/i-danni-dellalluminio-dove-si-trova-effetti-e-rimedi-naturali/
https://www.futsci.com/project/the-aluminium-alzheimer-s-disease-hypothesis-what-is-the-role-of-aluminium-in-alzheimers-disease
http://heymotard.blogspot.it/2009/04/elementi-e-salute-1-alluminio.html


Social:

mercoledì 6 aprile 2016

Ecco perchè dovresti digiunare !


Siamo una popolazione completamente malata, chi in maniera latente chi cronica. Pensiamo di stare bene perchè stiamo in piedi, mangiamo di tutto e lavoriamo tutto il giorno duramente. Crediamo all'associazione "paffutello=in salute" ma in realtà non conosciamo il bollettino interiore della salute del nostro organismo. Possiamo solo focalizzarci su ciò che accade all'esterno e quindi notiamo la comparsa di brufoli, mal di testa, stati febbrili ricorrenti, stanchezza cronica, confusione mentale e tutti quelli elencati nella slide se vengono opportunamente diagnosticati. Tutti questi fenomeni sono dei segnali evidenti che la Natura ci invia ma che noi ignoriamo.
Il nostro corpo è una macchina meravigliosa che non conosce tutti questi acciacchi e che ci dona felicità, benessere e serenità... solo se lo rispettiamo!

Digiunare per 1 giorno settimanale, o 2-3 giorni al mese... ha degli effetti benefici su tutto l'organismo e di cui potrete beneficiare subito:
-rinforza il sistema immunitario
-migliora il metabolismo
-aumenta l'energia
-riduce il colesterolo
-fa riposare gli organi
-migliora le funzioni del cuore
-migliora la lucidità mentale

Sono solo alcuni dei benefici e tutti hanno una matrice comune:
il digiuno è un metodo naturale di guarigione attraverso l'eliminazione delle "scorie metaboliche" che il corpo accumula nel tempo a causa di scelte non adeguate.

Affidatevi ad un medico, dietista, naturopata che possa seguirvi nella fase di transizione, soprattutto per chi mangia ancora carne o derivati del latte, e nella fase post-digiuno in cui è importante eliminare le tossine in circolo.
Social:

giovedì 24 marzo 2016

“Con dieta vegan in tutto il mondo 8,1 milioni di morti in meno nel 2050″

Lo sostengono i ricercatori di Oxford che hanno calcolato anche i risparmi in termini economici che si otterrebbero ed elaborato quattro diversi scenari: i benefici per i sistemi sanitari andrebbero dai 700 ai mille miliardi di dollari l’anno.

 
Lo scorso ottobre era stata l’Oms a puntare il dito contro carni e insaccati e oggi a elencare i benefici di una dieta povera di proteine animali c’è uno studio della Oxford university. Per i i ricercatori, il cui studio è stato pubblicato su Pnas, se tutto il mondo adottasse una dieta strettamente vegana si risparmierebbero 8,1 milioni di morti premature da qui al 2050, ma anche un cambiamento minore che limiti il consumo di carni rosse a circa 300 grammi alla settimana ne eviterebbe più di 5 milioni.

I ricercatori hanno calcolato anche i risparmi in termini economici che si otterrebbero ed elaborato quattro diversi scenari, uno di business as usual in cui si mantengono le attuali tendenze in termini di dieta, uno in cui si limita la carne a 300 grammi a settimana aumentando l’apporto di frutta e verdura, uno strettamente vegetariano e uno vegano.

Il maggior guadagno in termini di vite salvate, soprattutto per le minori malattie cardiovascolari ma anche per tumori e patologie legate all’obesità, verrebbe appunto dalla dieta vegana, seguita dalla vegetariana (7,4 milioni di morti risparmiate). Queste due permetterebbero anche i maggiori vantaggi in termini di riduzione delle emissioni, del 63% per la dieta vegetariana e del 70% per la vegana, mentre quella ‘moderatamente carnivora’ le ridurrebbe del 30%.

I benefici economici per i sistemi sanitari andrebbero dai 700 ai mille miliardi di dollari l’anno. “Le diete sbilanciate, con un consumo eccessivo di carne, sono responsabili del maggior peso globale in termini di perdita di salute – affermano gli autori -. Allo stesso tempo il sistema alimentare è responsabile di più di un quarto delle emissioni, ed è una delle forze principali che spingono i cambiamenti climatici“.
Fonte: ilFattoQuotidiano.it

Social:

mercoledì 23 marzo 2016

Sei sicuro di sapere cosa si cela dietro la produzione di uova ?


Intervista all'amico Giovanni, ciclista vegano e ischitano, che ci spiega perchè non mangia uova nonostante la famiglia allevi alcune galline per la produzione di uova ad uso personale.

LA PRODUZIONE DI UOVA IN DATI

 Produzione annua, in Italia, di uova di categoria A (destinate al commercio diretto): 14.508.900 812.500 tonnellate)
 Circa 40 milioni di galline sono, in questo momento, prigioniere degli allevamenti di tutta Italia
 La produzione di uova in Lombardia è il 17% del totale, è la regione che produce di più in assoluto, seguita di poco dall’Emilia Romagna col 16,8%
 Ogni Italiano, nel 2010, ha consumato 285 uova (tra consumo diretto e prodotti trasformati)
 Produrre un uovo costa, mediamente, 7 centesimi
 Nel 2010 l’industria avicola ha fatturato, sulla prigionia e il massacro delle galline, 5.300 milioni di euro
 Secondo uno studio volto a determinare la differenza di produttività fra galline identiche sottoposte a egimi di produzione diversi è risultato che, in 5 mesi:
* le galline in batteria, alimentate con una miscela da allevamento industriale, sottoposte a ritmi sonno-veglia forzati, hanno prodotto 120 uova cisacuna
* le stesse galline, allevate all’aperto con granaglie naturali, hanno prodotto 36 uova ciascuna.
 Secondo a nuova normativa dal 2012 ogni gallina dovrebbe disporre di uno spazio irrisorio di 750 cmq dentro alle gabbie, poco più di un foglio A4.


CICLO DI "VITA" DI UNA GALLINA



In Italia l’80% delle galline ovaiole vive in gabbie di batteria, circa 39 milioni di galline non vivono bene. Milioni di animali reclusi in spazi più piccoli di un foglio A4, gabbie impilate in file fino a 6 piani con ventilazione e luce forzata per aumentare la produzione. I maschi di gallina ovaiola sono considerati ‘inutili’ perché non producono uova, e la razza non è adatta a crescerli come polli ‘da carne’, perché crescono troppo lentamente e non raggiungono un peso sufficiente a essere economicamente vantaggiosi.
Appena usciti dalle uova, i pulcini maschi sono quindi separati dalle femmine e triturati vivi.
Ogni anno in Italia 30 milioni di pulcini vengono triturati e smaltiti come rifiuti o farine di carne. Le galline nelle gabbie non possono:
  • aprire le ali
  • razzolare in cerca di cibo
  • fare bagni di terra
  • appollaiarsi
  • deporre uova in un nido
Ma non è tutto. I danni alla loro salute sono ancora più gravi: osteoporosi e frattura delle ossa sono solo due esempi. Arti deformati, unghie cresciute a tal punto da girarsi intorno alle gabbie. E i danni psicologici? In queste condizioni le galline impazziscono, diventano aggressive e persino cannibali tanto che è necessario mozzare loro il becco.

SE VUOI CONTRIBUIRE A TUTTO CIO' CONTINUA A MANGIARE UOVA !

Social:

mercoledì 16 marzo 2016

Non aprire questo post se hai PAURA di sapere la verità su Latte e Formaggi


Non voglio offendere nè entrare nel personale della vita di alcuni, ma io credo che "soprattutto" un padre o una madre con figli piccoli abbia il sacrosanto dovere di informarsi e non continuare a condurre una vita da zombie che si muove secondo i dettami di una coscienza collettiva manipolata e corrotta. Ciò che mi lascia perplesso è come si possa ancora immaginare le mucche che pascolano e brucano felici per poi produrre serenamente il loro latte dopo essersi accoppiate col maschio di turno che le ha conquistate. Si tratta di immaginazione che si è diffusa come un virus. Questo virus si chiama ignoranza e genera miliardi di miliardi di dollari. Tutto ruota intorno alla produzione di latte, la mucca viene costretta a produrre 120 litri al giorno, 10 volte tanto quello che un vitello riesce a bere, ma ciò è irrilevante per i vitelli che a 48 ore dalla nascita vengono separati dalla madre e privati del suo latte. E' traumatizzante per la madre e per il vitellino. Questa piccola creatura viene lasciata in mezzo ai suoi escrementi, terrorizzata e impaurita. E questo accade un anno dopo l'altro finchè la mamma resiste. Ingravidata nuovamente con inseminazione artificiale (braccio meccanico) deve portare il doppio fardello della gravidanza e della mungitura 7 mesi ogni anno. Per alcuni vitelli maschi la vita è crudelmente breve. Non danno latte e sono troppo gracili per la carne. Ad altri viene concessa una sorta di vita. La legge consente di tenerli in ridottissime stalle senza la possibilità di correre e giocare all'aria aperta. La sofferenza di questi cuccioli dura circa sei mesi, poi vengono macellati per produrre carna bianca. La seprazione tra madre e figlio è fonte di sofferenza per entrambi. La mamma subisce questa trauma una volta all'anno per tutta la sua breve vita. La mungitura e le gravidanze continue sono un peso terribile per le mucche. Le gigantesche mammelle causano infimmazioni agli zoccoli.
Improvvisamente la vita delle mucche da latte non ci appare più idilliaca.
Non riescono mai a saziarsi perchè la mungitura si ripete due volte al giorno. Animali che potrebbero vivere in natura ben più di 20 anni sono letteralmente consumati e uccisi a 5-6 anni dopo solo 3 o 4 lattazioni e gravidanze. Anche le mucche che hanno accesso al pascolo trascorrono almeno 6 mesi all'anno rinchiuse. Spesso sono troppo grandi per le stalle dove vengono confinate per l'inverno. La sporcizia e il latte che cola creano le condizioni ideali per proliferazione dei batteri della mastite. I pavimenti duri in cemento privi di paglia causano delle piaghe alla parte inferiore delle zampe. E come ultima beffa in nome della produttività, un numero sempre maggiore di mucche permane in questo stato tutto l'anno, in allevamenti eufenisticamente chiamati unità a pascolo zero.
Ci chiedono spesso cosa accadrebbe agli animali se tutti smettessero di consumare latticini, la domanda corretta è :
"Cosa accade adesso agli animali per permettere alla gente di bere latte e mangiare formaggi?"

martedì 15 marzo 2016

Non ci hanno mai detto che possiamo cambiare la nostra vita

 "... la più grande scoperta della nostra generazione consiste nella facoltà che ha l'individuo di trasformare la propria vita, cambiando i pensieri: perchè i nostri pensieri determinano il nostro destino. Possiamo sciogliere il groviglio, aprire la valvola, liberarci dalle tensioni."
                                                                                                             William James

Corso Gratuito di Energia Mentale : Lezione 3
Clicca qui per la lezione 2

OGNI GIORNO E' UN'ALTRA OCCASIONE PER CAMBIARE LA NOSTRA VITA


Può capitare che l'immagine che abbiamo di noi stessi non rilevi la potenza intrinseca che potrebbe essere espressa da ogni essere umano.
E intanto ciascuno di noi si rapporta agli altri e alle situazioni della vita, a seconda dell'immagine che ha di se stesso. Se tale immagine è statica, se viviamo passivamente tutto ciò che ci viene dall'esterno, se ci teniamo ben stretti gli ordini ipnotici - perchè tali sno i messaggi ricevuti dall'infanzia - se nulla mettiamo di nostro per modificare le situazioni, se ci sentiamo sempre delle vittime, la nostra vita non può mutare.

Sappiamo ormai tutti che, se restiamo compressi e chiusi nella nostra rigidità, possono succederci tanti guai. Possono venirci l'ulcera, l'asma, la colite, quelle malattie psisomatiche, che altro non sono se non il risultato del problema o dei problemi che dalla mente passano al corpo. e si può arrivare anche a guai più seri.

L'essere umano - che comincia ad avere problemi sin dalla nascita, e anche da prima (si pensi alla creatura non desiderata, a quella nata di sesso differente da quello desiderato...) - è determinato da vari fattori. Anzitutto l'eredità, ciò che ha ricevuto dalla linea parentale, a cominciare dal colore degli occhi, per passare poi ai caratteri fisici e a quelli psicologici, quindi alle tendenze individuali. Noi abbiamo ereditato tutto ciò dai nostri padri, dai nostri nonni, dalla gente che è vissuta prima di noi in un determinato ambiente e che ha avuto una determinata storia.

Sono impresse in noi le parole che le nostre mamme ci dicevano mentre eravamo nel loro grembo e i sentimenti con cui esse vivevano e con cui ci attendevono.
Un'infinità di messaggi è in ciascuno di noi, alcuni, purtroppo, negativi e dannosi, altri buoni e positivi. Per fortuna abbiamo la possibilità d'inserire nel nostro elaboratore mentale altri messaggi positivi per cambiare così la nostra vita. Possiamo inserirne tanti quanto vogliamo, per frantumare un po alla volta quelli negativi, per il ripristino del sentimento di umana dignità, ove sia crollato o sminuito, e per l'acquisizione o il recupero della totale fiducia in noi stessi e nelle nostre positive potenzialità.
Chi, persona o ente, svolge la propria azione e si pone progetti in tal senso, dà un grosso contributo a favore dell'umanità intera: la sua opera andrebbe quindi costantemente appoggiata e stimolata.

Social:

Veganboy - I segreti di un atleta vegano
Profilo personale Facebook 
Instagram
Youtube
La Pasticciona Vegana
Vegan Fitness Italia

Veggies - Vegan e Vegetariani della Puglia